Obesità: meglio liraglutide di orlistat

In individui obesi non diabetici, liraglutide determina una migliore riduzione di peso corporeo rispetto a orlistat. Per la prima volta, uno studio pubblicato su Lancet ha indagato la capacità del noto antidiabetico di indurre perdita di peso in obesi non affetti da diabete di tipo 2. L’efficacia della liraglutide è stata confrontata con quella di uno dei farmaci più utilizzati nel trattamento dell’obesità, in un trial in doppio cieco controllato con placebo, durato 20 settimane. 564 individui di età compresa tra 18 e 65 anni e con indice di massa corporea di 30-40 kg/m2, sono stati randomizzati a ricevere liraglutide (1,2; 1,8; 2,4 o 3,0 mg/die), orlistat (120 mg/tre volte al giorno) oppure placebo. Liraglutide ha prodotto una maggiore perdita di peso sia rispetto al placebo (2,8 kg) sia a orlistat (4,1 kg). In particolare, con l’antidiabetico il peso è diminuito, in media, di 4,0; 5,5; 6,3 e 7,2 kg, rispettivamente con dosi comprese tra 1,2-3,0 mg. In aggiunta, liraglutide ha sempre abbassato i valori di pressione sanguigna mentre l’incidenza di pre-diabete è stata ridotta alle dosi comprese tra 1,8 e 3,0 mg. (L.A.)

The Lancet, 2009; doi:10.1016/S0140-6736(09)61375-1