Ho la fortuna di partecipare a diverse trasmissioni TV del Nord Ovest [ Canale Italia, Telelombardia, Antenna 3, Odeon TV, 7 Gold]. Questa mia avventura ha avuto inizio lo scorso anno, appena prima del giorno delle elezioni Europee, candidato per l’ IDV nella circoscrizione del NORDOVEST.

Arrivai tardi perchè osteggiato da un pseudo amico col quale ho condiviso, a sua dire una pizza.

Quaranta giorni di campagna elettorale mi hanno trasformato: ho aperto gli occhi ed imparato a diffidare. Alcuni candidati accedevano in TV facilemente metre io rimanevo ai margini.

Finalmente una delle mie collaboratrici riesce a infilarmi in una trasmissione di Canale Italia cha andava in onda di mattino presto. La sede vera era a Padova. Io invece ero stato convocato a Milano. Il cameramen arrivo solo tre minuti prima dell’inizio.

Fu subito scontro con i leghisti padovani sul tema dei consumi e della governace in sanità.

Il giorno successivo fui invitato da Telelombardia, in Buon giorno Lombardia. Ancora mattino presto. Fu immediatamente scontro con una ascoltatrice leghista che non esitai a definire  ” essere in preda alle allucinazioni”. Quindi allucinata.

Da allora lo scontro con i leghisti èdiventato un clichè. Fantastico uno scontro con 12 leghisti [ tre deputati, tre senatori, tre europarlamentari tra cui Matteo Salvini, quello delle carrozze per soli milanesi, tre sindaci]. Il fior fiore del leghismo.

Massacrati. Massacrati perchè ignoranti. Ignoranti ma al potere. Potere? Non basta. Con le mani ne barattolo di miele.

Da allora non ricordo più a quante trasmissioni ho partecipato. Tante. Tante da poter dividere le medesime in due parti. Una quando si è in onda. L’altra durante la pubblicità.

Nella prima ognuno mantiene e difende le proprie posizioni. Nella seconda seconda si lasciano andare.

Ne dicono di tutti i colori. Si potrebbe fare la vera trasmissione.

Sicuramente scrivero qualcosa. Già da venerdì.