Nel colpo di strega o nel torcicollo di acuto c’è solo il dolore spesso ribelle ai comuni farmaci antidolorifici! Si attenua solo con i derivati della morfina. In realtà tutto è predisposto ben prima. Il delicato equilibrio dei nostri muscoli – postura – è alterato giorno dopo giorno . Alla fine tutto si ripercuote sulla fisiologica posizione della nostra colonna vertebrale. Il  risultato è quello di trovarsi protusioni od ernie discali che premono sui fasci sensitivi del midollo spinale. Il risultato è quello di percepire un dolore come se una lama fosse conficcata in regione scapolare oppure essere distesi su un letto immobili perchè il minimo movimento ti fa vedere le stelle. Mi rifesrico alle sindomi da compressione di C5,C6,C7, T1 oppure alla compressione di L3,L4,L5, S1. Le cause sono tante.Tra queste Il BRUXISMO.    Il bruxismo è una patologia del sistema masticatorio molto diffusa : colpisce circa il 50% degli italiani. Questa patologia è caratterizzata dal serramento e digrignamento dei denti con conseguente usura orizzontale ed eccessivo accorciamento dei denti. In pratica tutte le notti e per l’intera notte c’è questa contrazione dei muscoli facciali che con l’andare del tempo diventano ipertrofici ed esercitano l’azione lesiva sui denti accorciandoli.

Le persone maggiormente a rischio appartengono alla categoria degli sportivi.  Coloro  che svolgono lavori particolarmente impegnativi e stressanti corrono il medesimo rischio .La perdita persona cara, il divorzio, la perdita del lavoro e qualsiasi altra condizione di stress o stato di ansia possono essere la causa scatenante.

Oltre al consumo dei denti e alla contrazione dei muscoli facciali, comporta problemi ai muscoli del collo, delle spalle e della colonna vertebrale. La postura viene modificata e determina una sensazione di malessere diffuso. Sempre maggiori evidenze scientifiche confermano la correlazione delle patologie descritte con la cefalea, dolori cervicali , delle spalle e della colonna vertebrale con conseguenti alterazioni posturali. Esistono correlazioni neuromuscolari tra i muscoli masticatori e i muscoli posturali della testa, del collo fino a tutto il corpo.

LA TERAPIA

Che fare?

Innanzitutto bisogna ribuovere il  dolore ed agire sulle cause. Oggi rimuovere il dolore è possibile soprattutto ricorrendo alla biostimolazione tramite laser terapia. Nel periodo breve molto interessanti sono la tercarterapia, manipolazioni eseguite da mani esperte, fisioterapia. Nel lungo periodo perdita di peso, se necessario, ginnastica o più in genrale sport/ attività fisica, applicazione di un BITE.
Il Bite è una placca in resina che si applica su una delle arcate dentarie. Consente di evitare i contatti dentari proteggendoli in maniera tale che i muscoli si rilascino e concedano, dopo qualche giorno,al paziente una sensazione di benessere.  Il bite deve essere applicato soprattutto la notte quando si dorme.

 

VUOI SAPERNE DI PIU’? Chiamami + 39 3356757139